contatti
Per informazioni o richieste scrivete a:
info@lacollinadeiconigli.net
lacollinadeiconiglionlus@gmail.com
oppure telefonate a:
(dalle 19.00 alle 21.30)
331 8425800
(dalle 16.00 alle 20.00)
339 3798029

Per Lavori di Pubblica Utilità:
338 7791948
info@lacollinadeiconigli.net

seguici

facebook twitter youtube

donazioni
(leggi l'informativa)
Tramite bonifico intestato a:
La Collina dei conigli ONLUS
CC Banca Popolare di Milano AG.0121 Monza
Conto corrente 32048
IBAN IT84 V 05584 20400 000000032048
BIC BPMIITMMXXX

Tramite PayPal:
paypal

5x1000
Cos'è e come destinarlo a La Collina dei Conigli

ci sostengono
in costruzione

I manuali della Collina > Cavie >
L'alloggio e gli accessori


Ecco le caratteristiche che deve avere la gabbia (ma ripetiamo che questa deve essere tenuta aperta perchè dev'essere una casa, non una prigione). Continuiamo a parlare di gabbia ma non è necessario avere una vera e propria gabbia: possono andare benissimo come fondo quei cassettoni di plastica con le ruote che si possono infilare sotto i letti, l’importante è fornirli di un rifugio-casetta, preferibilmente di plastica lavabile o di legno, da sostituire o lavare periodicamente.

  • per una cavia sola deve avere dimensioni di almeno 70x90 cm. Le dimensioni ovviamente aumentano se le cavie sono più di una
  • non utilizzate gabbie con fondo in rete o listelli perchè danneggiano le zampine. Utilizzate un fondo uniforme e piatto sul quale distribuirete la lettiera
  • I bordi del fondo della gabbia devono essere alti almeno 10 cm per evitare che la cavia possa “lanciarla” al di fuori
  • Se ci sono animali domestici che potrebbero infastidire la cavia (ad esempio cani o gatti) è opportuno dotare la struttura di una copertura solida; diversamente, si può costruire una gabbia senza copertura perchè le cavie non si arrampicano (tenere le pareti un po’ più alte in questo caso)

La gabbia deve essere posta in una zona della casa riparata dalle correnti d’aria e dall’umidità ma comunque luminosa. La temperatura ideale è compresa tra i 18 e i 24 gradi. Se la temperatura dovesse scendere al di sotto dei 18 gradi fornite la gabbia e la casetta di abbondante fieno in modo che possa servire come elemento isolante.

In generale le cavie sopportano molto meglio il freddo che il caldo. Oltre i 28 gradi la cavia mostra un visibile disagio: il “trucco” più semplice per dare un po’ di sollievo all’animale consiste nel far ghiacciare una bottiglia di plastica riempita d’acqua e porla poi nella gabbia avvolta in un asciugamano. Non tenete la cavia sul balcone in pieno sole quando fa molto caldo: i colpi di calore sono molto pericolosi.

Per la pulizia della gabbia potete usare un comune disinfettante (da risciacquare bene) oppure una soluzione di acqua e aceto, molto utile perchè l’aceto scioglie tutti sedimenti contenuti nell’urina delle cavie, difficili da eliminare con altri detergenti.

Gli accessori

Casetta: possibilmente in legno non trattato o plastica, priva di sporgenze spigolose o pungenti, di grandezza proporzionata al numero di cavie nella gabbia. E’ preferibile posizionarla al centro della gabbia perchè le cavie adorano correre intorno alla casa. Beverino (o ciotola pesante di coccio o di plastica del tipo antirovesciamento: da posizionare fuori dalla gabbia) Greppia per il fieno (ne esistono vari modelli esterni o interni alla gabbia) Giochi vari: grossi tubi o scatole di cartone con più aperture. Le cavie non sono in grado di correre sulle ruote come i criceti.

La lettiera

Nella scelta della lettiera tenete presente queste cose:

  • le cavie producono una quantità incredibile di urina e pertanto la lettiera deve avere un buon potere assorbente e deve neutralizzare il più possibile l'ammoniaca
  • deve essere priva di polveri perché la cavia passa la maggior parte del tempo a contatto con il fondo e le polveri potrebbero causare seri problemi respiratori (quindi niente lettiera per i gatti, soprattutto
  • deve essere costituita possibilmente da materiale naturale prodotto senza l'ausilio di pesticidi o sostanze chimiche tossiche ( a volte gli animali "assaggiano" la lettiera) e non deve essere prodotta con legno di cedro o pino perché contengono olii essenziali potenzialmente tossici per l'animale.
  • Tenete conto del costo e di come verrà smaltita la lettiera Soprattutto se avete più di una cavia il volume settimanale di lettiera da smaltire sarà notevole: alcune lettiere sono molto pesanti, quindi possono risultare scomode.

I tipi di lettiera in commercio tra cui è possibile scegliere sono:

  • sabbia specifica per roditori
  • palline di fieno pressato (es. Gimborn)
  • tutolo di mais
  • truciolo di legno
  • segatura di legno pellettata
  • lettiera in canapa

A titolo di esempio, una buona lettiera può essere costituita da pellettato di legno ricoperto da truciolo e poco fieno. Le cavie raramente imparano a sporcare in un angolo o in un unico posto come altri roditori, quindi la lettiera dovrà essere sostituita piuttosto frequentemente.


< I manuali della Collina < Cavie